IN COLLABORAZIONE CON LA COOPERATIVA SOCIALE  INSIEME DI PARMA…..
Sorprendenti Amici nasce per dare una particolare voce alla disabilità.
Realizzando brevi interviste, leggere e trasparenti, amichevoli e spontanee, senza pietismo e senza carità, chiunque potrà contattarci e farsi conoscere.
L’intento è di “smuovere” un ambiente di omertà e bigottismo che ancora troppo aleggia all’interno dell’universo disabilità in Italia. Le interviste non vogliono essere drammatiche confessioni o dolorosi racconti, ma semplici chiacchierate, quasi spontanee, su ciò che è la vita, la routine, i sogni e le sfere sociali di questi ragazzi.

 

 

PUOI CONOSCERE SORPRENDENTI AMICI ANCHE SULLA PAGINA FACEBOOK UFFICIALE

Riccardo è un bimbo di 4 anni senza diagnosi…. Chiara, una mamma d’acciaio ha scritto un libro sul suo piccolo Riccardo, titola “NOI CONTRO QUESTA COSA SENZA NOME” stesso titolo della pagina fb dove potete seguire le avventure e i pensieri di questa ragazza e del suo raro, probabilmente unico, piccolo grande guerriero. Ogni giorno è una nuova sfida, ogni respiro una goccia di carburante che fa macinare metri e fortifica una volontà plasmata dalla speranza di quei traguardi che nessuno poteva immaginare nella loro quotidianità… Una storia ricca che coinvolge tante persone e che assieme partecipano al grande ingranaggio della solidarietà nei confronti di una famiglia che farà grandi cose, che non si arrenderà e che vivrà ogni istante con perseveranza e voglia di esistere…. perché non ci sono limiti in questa meravigliosa storia d’amore.

Rebecca è una bambina di 3 anni affetta dalla sindrome di Pfeiffer… Un vortice di energia, un oceano di vita, Rebecca è semplicemente Rebecca… Prendetevi 3 minuti per conoscere questa bellissima bimba e le sue straordinarie performance da attrice,imitatrice,musicista…. artista poliedrica e domatrice di coccodrilli… Applausi per Rebecca e per la sua super famiglia…

Umberto è un ragazzo di 34 anni affetto da?… Non ha importanza se ha una malattia o se non l’ha, Umbe ha deciso di fare la differenza, ha deciso di lottare per difendere i diritti di tutti i disabili. Cerca di far capire a chi è più debole che c’è sempre la possibilità di trovare uno spiraglio di luce per uscire di casa a respirare…. È una intervista piena di verità, che racconta quanto sia ipocrita chiudere gli occhi e fare finta di niente, ci insegna che anche quando una malattia è terribile bisogna essere il più possibile lucidi ad accettarla e a trovare un nuovo essere, una nuova ragione di vita ed una nuova grande missione…

Tommy è un ragazzo di 14 anni affetto da una grave paralisi cerebrale infantile….. Tommy comunica con i suoi occhi verde smeraldo, è la dimostrazione vivente di come un cuore e un cervello possano smuovere le leggi della natura, bellissimo ragazzo beffato da un destino ingiusto vive circondato da amici e da una famiglia caparbia ed indistruttibile, entrare nella loro casa è come entrare in un circo/sala giochi/zoo didattico…ma tutto emana energia e vivacità (tra animali, fratelli, tecnologia e genitori che ti offrono birra e spritz) è tutto molto disordinatamente ordinato e impeccabile. È stato magico conoscere la forza di questo super eroe, non c’è termine più corretto per descriverlo, grazie tommy, ti immagino già tra qualche anno ad essere il primo ad usare una carrozzina volante

Giorgia è una bimba che non ha diagnosi…. Per un genitore non avere una diagnosi può voler dire vivere costantemente nell oblio e nella paura, ma vuol dire anche vivere nella speranza e nella gioia di ogni inaspettata conquista…. La piccola Giorgia vi gonfierà il cuore di amore e i suoi genitori la terranno per mano sorridenti ed innamorati con o senza una “etichetta” diagnostica…

Toni è un gentilissimo ragazzo con perdita di una porzione del cromosoma 22…. COMMENTATE in massa il coraggio di toni e della sua mamma che sono riusciti a rialzarsi dalla ferocia del bullismo con forza e a testa alta…. Toni ha un mondo meraviglioso dentro, che fa fatica ad esprimere, è stato difficile per lui parlare alla telecamera ma c’è riuscito perché vuole che la sua testimonianza possa aiutare tanti altri ragazzi, facciamoci sentire e dimostriamogli che nel mondo ci sono anche belle persone che gli vogliono bene e gli allungano la mano….

Enea è un “gnocchetto” di 3 anni affetto dalla sindrome di Angelman con difetto di delezione…. In questa intervista lo mostriamo assieme alla sua mamma… una mamma dolce e rock ed un bimbo affetto da una grave disabilità che però mostra una voglia di vivere straordinaria e a modo suo comunicativa…. Una vita da scoprire assieme, un rapporto d’amore infrangibile. Gustatevela riflettete e fatevi anche due risate…

Nicole è una bimba di due anni, dalla nascita ha una grave malformazione ad un arto… La piccola Nicole è un esempio vivente di quanto sia straordinaria la forza fisica e la volontà di muoversi ed esplorare, superando le leggi e le forme anatomiche del corpo umano per raggiungere con ingegno e adattamento traguardi da inchino. La sua famiglia guerriera è pronta a tutto per la piccola rampante, presto voleranno dall’altra parte del mondo per iniziare un lungo percorso…e scrivere un nuovo destino.

Alex è un bimbo affetto dalla sindrome di Mowat Wilson… Lui e la sua mamma sono una coppia unica, belli, sorridenti e gran lavoratori….lavoratori perché la comunicazione aumentativa alternativa è fatica, impegno, costanza…. Perché spesso devi lottare contro la male informazione e contro professionisti che dicono che le capacità cerebrali di tuo figlio sono troppo compromesse per essere riabilitate alla comunicazione…. La Mowat Wilson è una grave sindrome, che causa ritardo mentale e assenza di linguaggio, ma Alex parla con la sua mamma ogni giorno, costantemente. L’unico prerequisito che serve per poter approcciare alla CAA è respirare.

Francesco è un bimbo affetto dalla sindrome di Edwards (trisomia 18)…. A VOLTE LA VITA NON SCEGLIE NOI, MA SIAMO NOI CHE SCEGLIAMO LA VITA.

Marco è un ragazzo affetto da sindrome autistica…. Tra le sue tante passioni ci sono i tatuaggi, una spalla è già “marchiata” ma ha già programmato dettagliatamente anche il suo prossimo incontro con l inchiostro indelebile. È circondato da amici e da una famiglia straordinaria, la mamma Paola con la sua determinazione ed inarrendevole voglia di lottare ha portato sul territorio un aiuto per tanti ragazzi disabili. Volontà di Marco è quella di ringraziare pubblicamente nell’intervista il suo tatuatore di fiducia, che con pazienza ascolto e umanità gli è stato vicino in questo piccolo grande traguardo…. Guardate l’intervista, scoprite i dettagli, e contattate la pagina per chiamarci e fare due chiacchiere

Matteo è un ventenne affetto da tetraparesi… Sportivo, studioso, promettente scrittore, vuole fare vedere al mondo che a volte i limiti si possono infrangere anche quando coi limiti ci si convive da una vita…. Circondato da una famiglia incredibile ed innamorata, affrontano la disabilità con forza ironica e palle da toro….

 

 
 
 
 
 

Jessica è una ragazza di 29 anni affetta da paralisi cerebrale. la sua spontaneità, onestà ed impegno sociale fanno di lei una ragazza colta e circondata da persone che le vogliono bene, ha due genitori straordinari che da trent’anni si battono per i diritti della disabilià ma che non si scordano mai di avere il sorriso sulle labbra…

Monica, per gli amici Moki vive seguendo dei principi fondamentali dettati da alcune parole chiave che sono: determinazione, perseveranza, pazienza,ottimismo…. Questo spirito vitale ha permesso a Monica di raggiungere grandi traguardi, un lavoro, una vita indipendente, la possibilità di praticare sport…. è un grande esempio per tutti non solo per chi ha una disabilità fisica…. Ha un regime di vita straordinario ma non ha paura di chiedere aiuto e questo è essenziale per la ricerca della felicità…non abbiate mai paura e non vergognatevi mai di chiedere aiuto, date la possibilità a chi vi sta attorno di tendere una mano….

Sorprendenti Amici Pubblicato da Andrea Rubertelli · 26 settembre 2018 · C’è chi è alto e chi è basso, chi parla tanto e chi ascolta, chi costruisce portachiavi e chi colleziona dischetti, chi abbraccia e chi preferisce farsi abbracciare… Sono i variegati, colorati e distributori di buon umore….ragazzi della associazione “non ti scordar di me”. Il comune denominatore di questi simpatici “casinisti” ?, sono i loro genitori, chi si prende cura della loro quotidianità e della loro futura vita…. genitori che hanno fatto del sacrificio una devozione, che con inarrendevole caparbietà si danno da fare come giovani ragazzini di primo pelo, denti stretti, muscoli bucati ma sempre tonici, assieme realizzeranno con forza il “dopo di noi” per i loro eterni ragazzi, per coronare le sfide di una vita intera e per non spegnere il sorriso di quei simpatici casinisti…

si fanno chiamare gli SCARROZZATI e si esibiscono come compagnia teatrale facendo divertire le persone e riflettere sul valore della normalità… se pensate che la vita vi possa portare via tutto, loro vi dimostreranno che il tutto è solo un concetto, l’esistenza a volte è come lo spazio, buia, fredda e angosciante, ma anche ricca di stelle che cercano un palco per dirvi quanta luce può esserci infondo all’oscurità….

ci sono delle volte in cui piccole conquiste di autonomia generano orgoglio e stima, in una vita basata sull’impegno e la perseveranza quotidiana, in cui non si danno limiti ai traguardi da raggiungere… questa splendida signorina dagli occhi azzurri è Alle e con la sua mamma vi porteranno alla scoperta di una storia d’amore piena di vita, di forza e di tenere emozioni.

la bella Michela, la Sclerosi Multipla, il SITTING VOLLEY….

Michela è una ragazza piena di vitalità, bella, sorridente e orgogliosa, una diagnosi beffarda e casuale ha cambiato la sua vita, uno scherzo del destino che ha piegato le certezze del futuro e stravolto la quotidianità…. adesso, guardate il potere della determinazione, della famiglia, della voglia di non arrendersi… e dalla ricostruzione ritrovare una vita da ottimalizzare e perfezionare, andando avanti senza limiti e senza rinunciare a niente ma solo modificando e riadattandosi a nuove condizioni, a nuove possibilità.

Alcune realtà sono più difficili, alcune croci piu pesanti, ma il tempo scorre con relatività unendo le straordinarie famiglie di SOFT ITALIA da un filo sottile ma infrangibile, che riporta inciso nella sua trama una frase condivisa da tutti…. L’AMORE CHE CI INSEGNA UN FIGLIO, VALE SEMPRE LA PENA.

SOFT ITALIA, associazione trisomia 13 e 18 si batte anche per avere nei confronti delle famiglie una giusta informazione medica, consapevole e realista della gravità diagnostica, ma che possa permettere ad un genitore di poter decidere analizzando tutti gli elementi informativi a disposizione su scala nazionale, senza che gli sia a prescindere preclusa la possibilità di scegliere. personalemte ringrazio infinitamente tutte le straordinare famiglie conosciute al convegno, la loro determinazione e consapevolezza rende l’associazione unita e inflessibile creando un gruppo di amici che sanno gioire e soffrire all’unisono… grazie per l’esempio che ogni giorno ci date.

Non chiediamoci quale sia il modo giusto, l’importante è quello che offriamo, Chiara ci migliora, ci fa conoscere la forza dei sentimenti a modo suo, in un universo spesso metodico, con il suo essere unico e privo di pregiudizi. impegnatevi a scoprire quanto le piccole cose che fate ogni giorno abbiano un enorme valore, cambiate i vostri punti di vista, a volte osservare senza sentire, può essere importante tanto quanto parlare senza voce.